Approfondisci

Incontro con Giulio Tremonti – Mundus Furiosus

 In Varie

Il 22 maggio 2017 si è tenuto un incontro con il Sen. Giulio Tremonti, Presidente del Comitato Scientifico di ResPublica, in occasione della pubblicazione del Suo  ultimo libro “Mundus Furiosus”.

Il Professor ha tenuto con i partecipanti un’analisi come sempre molto interessante della complessità del momento storico attuale che segue le grandi visioni contenute in “La Paura e la Speranza” (2008) e “Bugie e Verità” (2014). Dalla presentazione del Libro:

“Mundus furiosus: così si chiamava l’Europa nel Cinquecento, dopo la scoperta delle Americhe e l’avvento rivoluzionario degli sterminati «spazi atlantici». Di nuovo furiosus è il mondo di oggi: dalla crisi della finanza alle migrazioni di massa, dalle macchine digitali che distruggono il ceto medio rubandogli il lavoro alle nuove guerre «coloniali », dalla rete che, nonostante le apparenze, erode le basi della democrazia e della gerarchia trasformandole in anarchia ai nuovi emergenti tribuni politici

Come sul ponte del Titanic fino al tramonto dell’ultimo giorno ci si attardava sulle chaises longues nelle solite chiacchiere, così l’ultima legge «comunitaria» contiene ancora, imperterrita, regole in materia di basilico e di rosmarino, di salvia fresca e di preparati per il risotto. Sarà comunque il 23 giugno di quest’anno, con il referendum inglese, a suonare la sveglia. Comunque vada, dentro o fuori l’Inghilterra dall’Unione europea, niente potrà infatti essere più come prima e come adesso.

Demolire il castello medievale delle regole europee che ci soffocano e ci spiazzano nella competizione globale, limitare lo strapotere della finanza, a partire dal bail-in, fermare la massa delle migrazioni: su tutto il libro contiene idee e indicazioni molto concrete per bloccare la dis-«Unione» europea, magari trasformando la cosiddetta «Unione» in una «Confederazione» tra Stati sovrani.

In pagine acute, scritte sulla base di una conoscenza profonda di fatti e persone, Giulio Tremonti modula la sua riflessione «non ortodossa» sugli scenari presenti e futuri al ritmo alternato della «paura» e della «speranza», tra il mundus furiosus che da fuori e da dentro si sta sviluppando in Europa, e di qui in Italia, e il forse ancora possibile prevalere dell’ordine sul disordine e della ragione sulla follia”

 

Start typing and press Enter to search