top of page

Marta Cartabia

MINISTRA DELLA GIUSTIZIA

Riformare la giustizia, far crescere il Paese

martedì 21 settembre 2021

L’incontro è stato moderato dal Presidente di Fondazione Respublica Eugenio Belloni, con la partecipazione di eminenti personalità del mondo accademico, economico e della Società civile. Nel corso della conversazione con la Signora Ministra sono stati discussi due problemi di fondo:

• La generale sfiducia da parte della società civile nel suo complesso e degli investitori con effetti negativi sulla vita economica del Paese;

• I tempi eccessivi della giustizia, soprattutto tributaria, per l’impatto sull’economia e sulle scelte di investimento dei principali attori economici.

Il PNRR impone all’Italia alcuni interventi sulla giustizia per poter accedere ai fondi europei. Questo richiede decisioni rapide e coraggiose. La Ministra conferma che la Commissione europea ha imposto obbiettivi ambiziosi e milestones severe a cui è necessario attenersi. Innovazioni organizzative, accrescimento del personale, riforme del rito civile e penale sono alcune delle leve su cui punta il Governo per risolvere i nodi appena citati. A livello organizzativo, si punterà al lavoro collegiale sui processi, il cosiddetto “ufficio del processo”, un meccanismo che può anche accrescere l’omogeneità delle sentenze, con un effetto positivo in termini di equità e affidabilità.

Sul piano più propriamente economico, varie stime predicono un concreto aumento di produttività e perfino di dimensionamento delle imprese, in uno scenario di riduzione dei tempi per i processi civili. La prevedibilità della giustizia è un fattore cruciale per le scelte degli imprenditori e per l’attrattività del sistema-Paese. Numerosi sono stati gli interventi e gli spunti di riflessione. Sono intervenuti tra gli altri Luciano Violante, Piergaetano Marchetti, Andrea Sironi, Maurizia Villa, Carlo Pedersoli, Luca Arnaboldi, Federico Sutti, Ada Lucia De Cesaris, Marco Cerrato.

bottom of page