top of page

La demografia non
è un destino, ma una scienza che ci permette non solo di leggere
i grandi cambiamenti
del mondo che ci
circonda, ma soprattutto
di agire per governarli.

Francesco Candeloro Billari

RETTORE UNIVERSITÀ BOCCONI

Demografia:
sfide e opportunità

17 aprile 2023

Lunedì 17 aprile Fondazione ResPublica ha organizzato un incontro sul tema “Demografia: sfide e opportunità” con il Rettore dell’Università Bocconi Prof. Francesco Billari.
Il Rettore ha avviato la discussione presentando alcuni dati circa l’inverno
demografico che ha investito il nostro Paese ormai da diversi anni. Il calo della natalità è un fenomeno globale, ma alcune specificità caratterizzano il caso italiano: bassa fecondità, lunga transizione dei giovani allo stato adulto, lunga durata della vita, veloce declino demografico.
Il Professore accenna al caso tedesco e alle politiche adottate nell’ultimo decennio, che sono riuscite a invertire il trend. In Italia alcune misure recenti sono state introdotte a supporto della natalità e delle
famiglie (come il Family Act) ma per incidere sulle scelte di vita delle famiglie è necessario che siano riforme strutturali, stabili e che offrano certezze. Ciò che però appare evidente è che tali misure di sostegno alla natalità scaricheranno i loro effetti tra circa vent’anni.
La demografia non è un destino, ma una scienza che ci permette non solo di leggere i grandi cambiamenti del mondo che ci circonda, ma soprattutto di agire per governarli. Osservare i possibili scenari di domani, usando un approccio demografico, consente di comprendere
quanto le decisioni di oggi, in ambito politico, economico e sociale, possano influenzare il futuro del nostro Paese.
Diversi Paesi – dalla Francia alla Svezia, dalla Germania alla Corea del Sud – hanno dovuto affrontare prospettive simili alle nostre e sono riusciti però a invertire la rotta.

Il Prof. Billari osservando l’orizzonte del Paese attraverso le lenti della sua scienza
(la demografia), ha condiviso, con i presenti all’incontro, alcune politiche e proposte per invertire le rotte della crisi demografica su diversi fronti: una scuola che sia realmente inclusiva, un welfare più attento ai bisogni delle famiglie, una politica abitativa che aiuti i più giovani.
E poi ancora una migliore gestione
(e integrazione) dei flussi migratori,
finalizzata ad attrarre una immigrazione qualificata e allineata alle richieste del mercato del lavoro italiano, l'attrazione dei talenti e la riduzione della “fuga dei cervelli” sono ulteriori obiettivi a cui la politica dovrebbe a suo avviso puntare.
Il tema è molto sentito dai soci della Fondazione, che hanno partecipato numerosi all’evento. Tra le partecipazioni significative Alberto Bombassei Brembo, Veronica Buzzi Buzzi Unicem, Andrea Munari BNL BNP Paribas, Silvia Rovere Poste Italiane.

bottom of page