Roma, 4 novembre. L’impatto del cloud computing sull’economia italiana

Pubblicato il 5 novembre 2011

Venerdì 4 novembre alle 14,15 si è tenuto a Roma (presso l’Hotel Hassler, Trinità dei Monti 6) la presentazione della ricerca “L’impatto del cloud computing sull’economia italiana” realizzata dalle Fondazioni ResPublica e Astrid.

L’evento ha visto la partecipazione di Jean-Philppe Courtois, Presidente Microsoft International, che ha tenuto l’intervento conclusivo. Sono intervenuti inoltre: Carlo Iantorno (Direttore Innovazione di Microsoft Italia), Eugenio Belloni (Presidente di ResPublica), Franco Bassanini (Presidente di Astrid), Stefano Riela (Direttore Scientifico di ResPublica).

La ricerca dimostra che dall’introduzione del cloud computing l’Italia trarrebbe vantaggi competitivi importanti rispetto ai principali partner dell’UE. Maggiore è infatti il margine di miglioramento, dato il ritardo italiano nella penetrazione delle ICT e delle relative innovazioni di processo e di prodotto. Più rilevante è il beneficio che dal ricorso al cloud computing possono ricavare le PMI, anche per mitigare gli svantaggi derivanti dalla loro insufficienza dimensionale. Più significativo è parimenti il vantaggio competitivo che dall’introduzione del cloud computing trarrebbero le Regioni del Mezzogiorno, la cui crescita rappresenta il passaggio cruciale per la competitività complessiva del nostro sistema Paese.
Scarica il testo della ricerca (file in formato PDF)